Modalità:  

   
giovedì 21 settembre 2017     | Registrazione

 

   Il Logo e il Crest del Coro Polifonico “Salvo D’Acquisto”

 

   Il Logo del Coro Polifonico “Salvo D’Acquisto” rappresenta graficamente i contenuti e la spiritualità affermati nello Statuto.

 

   E’ stato ideato e realizzato dal Presidente Onorario, Gen.D. CC Antonio Ricciardi, con la entusiastica partecipazione di tutti i Soci e la formale approvazione del Comitato di Gestione.

 

   Il disegno definitivo è stato realizzato dal Maestro Bruno D’Arcevia, che ha interpretato artisticamente le intenzioni e i significati che gli erano stati descritti e che egli stesso ha condivisi.

 

   Il Logo è stato riprodotto anche come Crest, con la matrice incisa dallo scultore Marco Ippoliti, di Jesi, già autore del monumento marmoreo in onore di Salvo D’Acquisto realizzato nel 2005 presso la Caserma “Puccini” in Ancona.

 

   Il Crest che riproceva il nuovo Logo fu solennemente consegnato all'Ordinario Militare, Mons. Angelo Bagnasco, il 26 giugno 2005, in occasione dell'intervento presso il Santuario di Loreto, e da quel giorno è divenuto il simbolo ufficiale del Coro.

 

Il Coro al Santuario di Loreto con Mons.Bagnasco
Il Coro Polifonico "Salvo D'Acquisto" a Loreto con Mons. Bagnasco
Il Logo e il Crest

    

    Il primo Scudetto del Coro "Salvo D'Acquisto"

 

    Il Coro Polifonico “Salvo D’Acquisto” adottò, subito dopo la sua costituzione e sino alla realizzazione dell’attuale Logo, come simbolo distintivo quello che gli fu affidato dall’ Ordinariato Militare, tramite il Socio Fondatore e nostro primo Maestro Direttore, il Cappellano don Salvatore Lazzara. Il manufatto, ricamato su tessuto con fondo blu e bordato con un filo dorato, si intestava in alto con il nome del Coro e riportava, nel centro, i simboli propri dell’Ordinariato, la Croce, la Fiamma e l’Ancora, su scudo azzurro sormontato dalla corona dorata e ornato in basso da fronde incrociate di quercia e di alloro, con il nastro riportante le parole del motto Fides, Caritas, Spes. Nel margine inferiore interno era riportata per esteso la scritta “Ordinariato Militare in Italia”.

 

   Lo scudetto fu portato sul taschino sinistro delle giacche blu degli uomini e come ferma foulard delle coriste, indossato nelle prime importanti occasioni in cui il Coro intervenne nei primi mesi di vita, particolarmente e per la prima volta, in occasione del primo anniversario della stage di Nasseryia, che fu celebrato il 13 novembre 2004, a Roma, in Santa Maria degli Angeli, dall’Ordinario Militare, Mons. Angelo Bagnasco, con la partecipazione del Capo dello Stato, Azeglio Ciampi, e delle massime autorità delle Istituzioni.

 

 

   Il 26 giugno 2005, in occasione dell’intervento del Coro presso il santuario di Loreto, il Crest del coro che riproduceva il nuovo Logo, e che da quella data sostituì il primo scudetto dell’Ordinariato, fu consegnato in forma ufficiale, con la spiegazione del suo significato allegorico e spirituale,  all’Ordinario Militare, Mons. Angelo Bagnasco, che espresse il suo apprezzamento per la realizzazione ed ebbe a dire affettuosamente: “Però, ci avete pensato proprio a lungo!”.

 

La consegna del Crest a Mons.Bagnasco
Copyright (c) 2000-2006   |  Dichiarazione per la Privacy  |  Condizioni d'Uso